lunedì 16 aprile 2012

UNA DOMENICA MATTINA A "FARE VUCCIRIA"

Si è svolta domenica 15 Aprile la quarta "passeggiata" storica del gruppo Palermo Nascosta. Stavolta era in programma un giro del quartiere della Vucciria. Breve, ma efficace, il percorso è partito da piazza S.Domenico, dalle origini del mercato popolare, nato in periodo angioino perchè luogo di macellazione della carne (il termine francese "Boucherìe") e sviluppatosi nel corso dei secoli sino all'odierno stato di degrado e semi-abbandono. Per la grande folla di gente che sino a pochi anni fa era solita frequentare il mercato, il termine Vucciria è da sempre, per i palermitani, sinonimo di confusione. Una cosa purtroppo scomparsa, nell'attualità...

Apprezzato e conosciuto in tutto il mondo, il quartiere della Vucciria è stato oggetto di discussione, durante l'itinerario mattutino, per tanti aspetti che lo riguardano. Dalle sue diramazioni arabe e medievali, piazza S.Andrea, via Ambra e piazza Appalto, al punto in cui, tra via s.Eligio e via Materassai, riapparve dal sottosuolo il corso del fiume Papireto (vedi post "Il fiume che riapparve"), sino ai palazzi nobiliari ma decadenti di piazza Garraffello (vedi anche post: "Palazzo Rammacca" e "Palazzo Mazzarino"), nonchè ai suoi personaggi meno conosciuti, già descritti in passato (vedi "Un bullo del dopoguerra" e "Il dramma di Carmelo") e altri invece famosi come Pino Caruso e Franco Franchi.
Tra storia e aneddoti, la passeggiata ha avuto i suoi momenti più importanti soprattutto a piazza Garraffello, via Chiavettieri e piazza Caracciolo, dove si è conclusa.
Ecco il percorso intero, con i vari spunti di discussione tra parentesi :
Piazza S.Domenico (introduzione sul mercato della Boucherie e la cucina povera palermitana) - piazza S.Andrea (l'omonima chiesa nel tessuto stradale medievale-la corporazione degli Aromatai che subentra al nucleo degli Amalfitani) - Via Ambra (antichissima via dove nacquero i primi artigiani di pietre preziose) - piazza Appalto (percorso arabo dove c'era l'antica manifattura dei tabacchi) - via Materassai (dove abitarono i Florio e l'attore Pino Caruso) - piazza Garraffello coi suoi palazzi del'500 e la storia delle logge - via Terra delle Mosche (antica strada del'400, antico luogo commerciale e dove visse da bambino l'attore Franco Franchi) - via Chiavettieri e via Cassari (l'attività artigianale della stradina con mostra di cimeli originali, e un paio di episodi accaduti tra gli anni'30 e gli anni'50) - piazzetta del Garraffo (Il Genio di Palermo, la chiesa di S.Eulalia e la sua leggenda, la famosa foto di E.Sevaistre del 1860) - piazza Caracciolo e via Maccheronai (il vicerè che dà un diverso assetto al mercato, e la strada dove si iniziò a produrre a Palermo la pasta). Ringrazio coloro che hanno scattato foto, che postate qui di seguito fanno da perfetta cornice al racconto dell'itinerario...
Il ritrovo del gruppo a piazza S.Domenico
 
Piazza S.Andrea con l'omonima chiesa

Da piazza S.Andrea si accede in via Ambra
Da via Ambra si va verso piazza Appalto
L'antichissima piazza Appalto
Il gruppo in piazza Appalto
Il percorso prosegue a piazza Garraffello
Arriva il gruppo a piazza Garraffello
La via Terra delle Mosche
La casa dove abitò Franco Franchi da bambino
Tra via Chiavettieri e via Cassari
Due catenacci originali dell'800 relativi a via Chiavettieri
La piazzetta del Garraffo col Genio
La chiesa di S.Eulalia dei Catalani
Il gruppo si avvia verso piazza Caracciolo
Da piazza Caracciolo si scorge via Maccheronai
Grazie di cuore a tutti gli amici che hanno preso parte alla passeggiata, seguendo le varie tappe con attenzione ed un pizzico di ironia e buonumore, perchè da buoni palermitani amanti della nostra città,  sono cose non devono mai mancare...


7 commenti:

  1. Le tue passeggiate storiche diventano sempre più interessanti , coinvolgenti e divertenti. Il gruppo della Palermo Nascosta diventa sempre più compatto e numeroso. Siamo tutti pronti pronti per la prossima passeggiata.. Prontiiiiiiiiiiii partenzaaaaa......VIAAAAAAAAAAaa
    Nora

    RispondiElimina
  2. Complimenti,deve essere stata una gran bella passeggiata.Un pizzico d'invidia e un abbraccio.
    -Andrea-

    RispondiElimina
  3. Grazia Grace N.16 aprile 2012 14:49

    Io definirei eccezionale l'idea che ebbe Fabio di cominciare a organizzare queste belle passeggiate storiche.Beh,ne abbiamo fatte ben quattro,tutte all'insegna del sapere ma anche del comune divertimento e sana piacevolezza dello stare insieme per condividere momenti assolutamente imperdibili,avidi ,come siamo, di sapere sempre di più sulla nostra città e impreziosirla di gustosi aneddoti..." alla federico"...ALLA PROSSIMA RAGAZZI,PER ME è SEMPRE UN PIACERE...CIAO.

    P.S..... VUCCIRIA NEL MIO CUORE.....

    RispondiElimina
  4. Cavoli, a questa veramente avrei voluto presenziare, ma la domenica come Fabio ben sa è un giorno critico per me! :) Però avete visitato tutte zone che io amo moltissimo, anche perché attualmente sono ritrovo dei giovani, piene di locali carini ma anche piene di storia, insomma, una cornice bellissima alle serate palermitane.
    Ciao Fabio, e sempre complimenti per la passione che metti alla riscoperta della nostra città!

    Giovanna (WhiteLines)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna, se avessi saputo che ci tenevi ad essere presente, mi sarei fatto vivo e ti avrei convinto... In fondo non era un impegno molto lungo, giusto un'oretta e tre quarti circa... Pazienza e grazie per il contributo.

      Elimina
  5. Giuseppe-Pippo16 aprile 2012 20:32

    Ho già detto che l'dea di fare conoscere tramite passeggiate istruttive il cuore di Palermo era un'ottima iniziativa, e mi sono complimentato con gli organizzatori.Ogni angolo,vicolo,piazza esprimono bellezza,caratteristiche e storia che meritano di essere conosciute,specialmente per chi abitualmente risiede in quelle che una volta erano borgate e che ora sono diventate centri residenziali; ma che con il centro storico sono incompatibili per molteplici ragioni.Ancora complimenti da uno che vi segue da lontano con interesse e simpatia.Viva Palermo e Santa Rosalia !

    RispondiElimina
  6. Palermo la sua storia e le sue passeggiate...sempre affascinanti!

    RispondiElimina