mercoledì 13 luglio 2011

UN DELITTO DI MAFIA DI CENTO ANNI FA

Il punto in cui cadde Joe Petrosino a Piazza Marina
La lapide sul luogo del delitto

Joe Petrosino (1860-1909)
[PERSONAGGI] Il 12 Marzo del 1909 a Palermo cadeva, vittima di esecuzione mafiosa, l'investigatore italo-americano Joe Petrosino. All'epoca il fatto suscitò uno scalpore tale da poter ricordare delitti di mafia illustri e molto più vicini ai nostri giorni (purtroppo). Ma chi era Petrosino ? Brillante luogotenente della polizia di New York, era stato il primo a capire i legami tra la criminalità organizzata d'oltreoceano e quella del sud Italia. Combattè ferocemente la cosiddetta "Mano Nera", arrivando a formare una squadra di polizia tutta di origine italiana, che meglio potesse addentrarsi in certe faccende. Attraverso indagini a tappeto, infiltrazioni di poliziotti nella malavita ed altro, Petrosino ottenne risultati molto notevoli, a tal punto che era l'uomo più temuto dai mafiosi americani. All' inizio del 1909, col pieno consenso del suo capo, il futuro presidente americano Theodore Roosevelt, decise di fare un viaggio in Italia per meglio capire certe situazioni e stabilire contatti con la polizia italiana. Giunto a Palermo, alloggiò presso Piazza Marina. La sera del 12 Marzo 1909, verso le 20.45, dopo aver percorso le poche decine di metri che separavano una trattoria dal suo hotel, fu avvicinato alle spalle da qualcuno che gli sparò diversi colpi, uccidendolo. Il suo arrivo a Palermo era stata annunciato da qualcuno d'oltreoceano, gente che aveva giurato di fargliela pagare. Senza la protezione della polizia locale, cadde presso l'inferriata del giardino Garibaldi, nel tratto di fronte a Palazzo Steri... Non dimentichiamoci di lui, che in fondo fu una sorta di Falcone o Borsellino ante litteram...

VIDEO : Joe Petrosino,un grande poliziotto ucciso dalla mafia




8 commenti:

  1. Non conoscevo il punto esatto dove fu ucciso Petrosino.Ricordo con piacere uno sceneggiato televisivo degli anni'70 con Adolfo Celi nel ruolo del detective,molto ben fatto.Un altro sceneggiato qualche anno fa con Beppe Fiorello,lui molto bravo,ma in generale non mi era piaciuto,molto meglio quello antico.Ciao. ROSARIO

    RispondiElimina
  2. Ciao Rosario, sono d'accordo con te... Lo sceneggiato tv con Adolfo Celi è nettamente migliore di quello con Beppe Fiorello, sia come ricostruzione storica, che come coinvolgimento dello spettatore... Grazie e a presto.

    RispondiElimina
  3. NON VORREI SBAGLIARE,MA LA LAPIDE APPLICATA MOLTO TARDIVAMENTE DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE, RISULTA POSIZIONATA IN MODO DIAMETRALMENTE OPPOSTO,MI RISULTA CHE PETROSINO SIA STATO UCCISO IN VICINANZA DEL PERIMETRO DELLA VILLA,MA SUL LATO OPPOSTO(LATO MONTE) E CREDO CHE FACCIA TESTO UNA INCISIONE SUL MURETTO SOPPORTO DELLA RINGHIERA DI SEPARAZIONE IN GHISA,CROCETTA COGNOME,CHE GENERALMENTE RESTA NASCOSTA NEI GIORNI DEL MERCATINO DOMENICALE .

    RispondiElimina
  4. Mi hai messo curiosità...Andrò a controllare ad inizio settimana. Ti ringrazio dell'interesse. Ciao

    RispondiElimina
  5. Federico Ferlito8 agosto 2011 00:08

    Fab,cerca su facebook Federico Ferlito,troverai nella mia bacheca la foto dell'incisione,che sicuramente non è recente,gia' me l'aveva fatto notare mio padre,durante le scorribande appiedate da piccolo,ed io ho gia'62 anni !!!! Ciao Federico

    RispondiElimina
  6. Federico Ferlito8 agosto 2011 00:40

    Fab,desidero aggiugere,che la targa è stata erroneamente posizionata,forse perchè Joe Petrosino pernottava in un edificio di fronte,ovvero, l'ex palazzo Del Castillo,in quel periodo Hotel de France ,poi Casa del Goliardo, ora forse hotel(non ne sono sicuro) !!!!! ciao Federico

    RispondiElimina
  7. Grazie per aver svelato questa curiosità... Io mi rifacevo solo al luogo alla lapide,e ti dirò di più : quando il 12 Marzo del 2009 ci fu la cerimonia di scopertura della lapide per il centenario del delitto di Joe Petrosino,le maestranze cittadine indicarono quel punto come luogo del delitto. Evidentemente non lo sapevano nemmeno loro. Ho trovato pure un'altra testimonianza oltre alla tua, ma ne parlerò in un post a parte. Grazie per il tuo graditissimo intervento. Ciao

    RispondiElimina
  8. Federico Ferlito8 agosto 2011 15:08

    Sono contento di aver solleticato la tua curiosita' ed avere svelato un piccolo segreto, è giusto che tu ne sia restato convinto ,in modo da divulgare la vera verita' !!!!! Bravissimo continua cosi' !!!!! Spero di essere propositivo nei miei prossimi interventi rendendomi un po' utile . Ciao Fab

    RispondiElimina